0881-52-29-22 info@telecattolica.tv

Riaperta la Chiesa di San Basilio a Troia dopo i lavori eseguiti a cura dell’Ufficio beni culturali ecclesiastici

Il 2 gennaio a Troia si è tenuta la presentazione dei lavori di sostituzione della pavimentazione e del nuovo impianto di riscaldamento a pavimento della chiesa di San Basilio. Lavori svolti a cura dell’Ufficio beni culturali ecclesiastici e per l’edilizia di culto della Diocesi Lucera Troia. La chiesa di San Basilio è un edificio di probabile origine paleocristiana, dalla massiccia struttura in muratura, rifatta e rimaneggiata più volte tra il Rinascimento e l’epoca barocca. La chiesa, citata per la prima volta dalle fonti nel 1081, conserva elementi architettonici e decorativi risalenti al II secolo dopo Cristo ed è tra i luoghi di culto più antichi di Troia. Alla presentazione dei lavori sono intervenuti: l’Amministratore diocesano don Ciro Fanelli, il direttore dell’ Ufficio diocesano beni culturali ecclesiastici Mons. Luigi Tommasone, il geom. Arturo Monaco responsabile dell’Ufficio tecnico, il sindaco di Troia Leonardo Cavalieri, l’architetto Giuseppe Tricarico e il massimo rappresentante della Ditta Resta, che ha eseguito i lavori. Gli interventi effettuati hanno permesso di mettere in risalto gli elementi architettonici più antichi della chiesa e, nello stesso tempo, con l’utilizzo di nuove tecnologie è stato possibile renderla più accogliente e funzionale. Con la riapertura della chiesa di San Basilio è stato restituito ai troiani un edificio sacro di grande valore storico, artistico e religioso.

img_1774 img_1772 img_1771

img_1770 

Lascia un Commento